Caffè Letterario, conclusione degli incontri con gli autori, in preparazione lo spettacolo dell'8 maggio

CAFFE’ LETTERARIO  INCONTRI CON GLI AUTORI AL LICEO INNOCENZO XII

Dal 13 al 28 marzo 2019, presso l’Auditorium del Liceo Innocenzo XII di Anzio, si sono riunite le classi del Liceo Linguistico e Scientifico per partecipare ad una serie di incontri con autori di narrativa e saggistica contemporanea per discutere di varie tematiche, conoscere e avvicinarsi alla lettura e confrontarsi con il mondo della scrittura e dell’editoria. Gli incontri sono stati proposti e seguiti dai due docenti di lettere prof.ssa Francesca D’Innocenzo e prof. Eugenio Bartolini, con l’obiettivo di far analizzare e dibattere anche su esempi di letteratura alternativi rispetto alla letteratura d’evasione classica, che possano anche integrare il percorso presente e futuro degli studenti. Il primo appuntamento di questo “Caffè letterario” ha visto ospiti l’archeologo Luigi Crimaco, autore di un romanzo storico su Giulio Cesare (SINUESSA-L’eredità di Cesare), e Ivan Fedele e Rosa Alvino, autori del romanzo Mal comune e in mezzo Claudio. Gli autori hanno brevemente presentato i loro libri: Sinuessa ripercorre l’assasinio di Giulio Cesare, attraverso la ricostruzione della vita quotidiana, i rituali e i misteri della civiltà romana alla fine della Repubblica e Mal comune.. si snoda sulle note di una storia d’amore ma anche di difficoltà della vita quotidiana di due ragazzi che scoprono cosa vuol dire dividere spazi, passioni e idee. Ben presto la presentazione classica ha lasciato spazio inizialmente agli interventi dei moderatori, ma soprattutto dei ragazzi. Si è creato un clima di coinvolgimento e divertimento, all’interno del quale il dibattito sull’attualità della storia, sull’importanza di seguire le proprie passioni senza timori e sulla difficoltà dei rapporti interpersonali nell’era dei social ha presto animato la scena. Ogni incontro prevedeva l’intervento di due autori e così, nel secondo appuntamento, il nostro auditorium ha ospitato Giancarlo Marino, autore di un urban fantasy, Folkville, cronache da una città leggendaria (La trama si snoda tra fantastico e leggendario, ripercorrendo le leggende metropolitane), e Giancarlo Vitagliano, con il suo Milo, detective per amore (un giallo noir che ha come base l’amore per la lettura.). Oltre a confrontarsi e ad approfondire la conoscenza di diversi generi letterari di volta in volta, i ragazzi hanno potuto chiedere direttamente agli autori indicazioni sulle fasi di scrittura, capire quanto studio c’è dietro la stesura di un testo letterario e non, come sia realmente la vita di uno scrittore. Durante il terzo incontro, hanno presentato i loro libri Olivia Gobetti, scrittice e giornalista, conduttrice di programmi Tv come “Sereno Variabile” e “Sabato 4”, autrice di una raccolta di “500 aforismi in altalena”, e Domenico Oliva, che ha presentato il suo studio Percorso sulla via Latina. L’incontro è stato suddiviso idealmente in una prima parte dedicata alla conoscenza dell’antica via romana che conduceva da Roma a Fregellae, con spunti interessanti sull’archeologia laziale e del nostro territorio. Ancora una volta, in raccordo agli incontri precedenti, i ragazzi hanno avuto modo di fare domande, intervenire e ampliare la loro conoscenza storica e artistica. Nella seconda parte hanno potuto, grazie al coinvolgimento di Olivia Gobetti, cimentarsi nella creazione di aforismi, conoscere un nuovo tipo di scrittura e riflettere su diverse tematiche emerse dalla lettura degli aforismi stessi. La rassegna si è conclusa giovedì 28 marzo con  gli interventi di Serena Venditto, archeologa e autrice del romanzo giallo Aria di neve, e Aldo Putignano, scrittore (autore del libro Vita di Schiele) e editore della casa editrice Homo Scrivens, che ha permesso di avere parte degli autori ospiti. Putignano ha convolto i ragazzi in un’inedita lezione di storia dell’arte, ma anche di passioni e di storia (Il romanzo ripercorre la vita del pittore dello scandalo, ricostruendo l’epoca della dinastia degli Asburgo, nella Vienna di fine Ottocento), la Venditto ha risposto ad una serie di domande poste dai ragazzi, coinvolgendoli in aneddoti e battute. I ragazzi hanno potuto osservare come i mondi o le caratteristiche sociali, proposte dai vari autori nei loro testi non siano molto distanti dall’attualità, hanno imparato come la lettura apra scenari e riflessioni più disparate. Il dato interessante che è emerso, è che la maggior parte degli autori svolge nella vita privata altri lavori primari (Giancarlo Vitagliano, ad esempio, è un noto cardiologo, Domenico Oliva un avvocato) ma seguendo un talento, una passione, un interesse sono approdati al mondo della scrittura. Filo conduttore degli incontri è stato, quindi, l’input dato da ognuno di loro sulla necessità di sognare, impegnarsi, studiare e leggere per il piacere di farlo e di conoscere se stessi e il mondo circostante, di coltivare le proprie passioni in modo sano e costruttivo. Il caffè letterario si è concluso momentaneamente ma nei corridoi del Liceo Innocenzo XII si parla di arte, storia, letteratura e sogni…. To be continued…

in preparazione lo spettacolo dell'8 maggio di cui riportiamo una foto della locandina:

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to Twitter

Dal 2 giugno 2015 entra in vigore la COOKIE LAW. Il Garante per la Protezione dei dati Personali ha pubblicato il provvedimento n. 229 inerente la “individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie”. Il sito del Liceo Scientifico e Linguistico "INNOCENZO XII" utilizza cookie tecnici. Per maggiori informazioni selezionare il pulsante Leggi l'informativa.